Venerdi, 19 Lug 2019, 06:55
Welcome Guest | RSS
 
Home DMCA Copyright Disclaimer BlogIscrivitiLog InSupport Ticket
Blog » 2015 » Marzo » 30 » Informazione Deficit di 60 milioni? No problem, arrivano 23 nuovi “mini-dirigenti”
19:30
Informazione Deficit di 60 milioni? No problem, arrivano 23 nuovi “mini-dirigenti”

http://www.grillivenezia.org/wordpress/2015/03/29/deficit-di-60-milioni-no-problem-arrivano-23-nuovi-mini-dirigenti/

Sembra una barzelletta ma, purtroppo, la notizia è maledettamente seria.
Il Commissario, con una recente delibera, ha pensato bene, nonostante la crisi di bilancio in cui versa il Comune, di aumentare le figure apicali della sua già “mostruosa” burocrazia, individuando 23 A.P. (alte professionalità) che andranno a sostituire un pari numero di P.O. (posizioni organizzative).
Da domani, dunque, troveremo oltre ai 72 dirigenti, alle 215 P.O. (posizioni organizzative), alle 371 U.O.C. (unità organizzative complesse) anche le nuovissime 23 A.P. che si posizionano, in soldoni, tra la categoria dei dirigenti e quella delle normali P.O.
In pratica, su un totale di 3.200 dipendenti comunali, abbiamo una figura che “comanda” ogni quattro dipendenti e mezzo.
Una vera follia, specie se si considera che in questi numeri vi sono dipendenti che hanno realmente compiti organizzative mentre altri che “dirigono” soltanto sé stessi.

Insomma, rasentando il ridicolo, il nostro grigio burocrate, mandato in laguna da Alfano, anziché riorganizzare e razionalizzare la complessa macchina affidatagli, ha pensato bene di alimentarla e complicarla ancor di più.
E con un potenziale aumento della spesa per il personale: ora infatti si scrive che le A.P. sostituiranno un pari numero di P.O. esistenti con mantenimento degli stessi emolumenti. Ma, per il futuro, nulla vieta a questi dipendenti di proporre causa per farsi riconoscere quel “di più” che è loro riconosciuto dall’art. 10 del CCNL del 22.01.2004: la retribuzione di posizione annua è superiore a quella delle P.O. (16.000 euro anziché 12.911) così pure la retribuzione di risultato (un massimo del 30%, anziché il 25%, della retribuzione di risultato di godimento).

pubblica-amministrazioneAltra questione poi è la correttezza di quanto fatto da Zappalorto, malconsigliato forse da qualche “eminenza grigia” nostalgico della vecchia amministrazione Orsoni, visto che la norma nazionale dispone che gli incarichi di A.P. siano conferiti a personale della categoria “D”. Ebbene, le norme del CCNL del 31.03.1999 (Allegato A) stabiliscono che possano accedere a questa categoria soltanto persone con laurea breve o specialistica mentre, con delibera del 2013 (Orsoni & Co.) è stato inserito nel Regolamento comunale che si possa ambire al ben remunerato incarico di A.P., indifferentemente, con la laurea specialistica o con anni di esperienza come P.O.
In pratica la vecchia Giunta PD ha voluto eludere la normativa nazionale, infischiandosene di titoli di studio e merito.
Infine, va aggiunto che il Commissario avrebbe dovuto, prima di individuare le nuove A.P., riorganizzare interamente i settori lavorativi coinvolti, come previsto dalle apposite linee guida emanate dall’ARAN.
Ovviamente, nessuna riorganizzazione è stata fatta, anzi con la speranza che alle prossime elezioni cambi solo la faccia (Casson o Brugnaro) ma non il sistema, non si muove proprio foglia in Comune.
Peccato che il M5S abbia scoperto il giochino. Il nostro consigliere di Municipalità, Alberto Scarpa, e il nostro candidato Sindaco, Davide Scano, hanno dichiarato a tal proposito: «Il Commissario annulli subito la delibera odierna sulle A.P. come pure quella illegittima del 2013 altrimenti saremo costretti a denunciare tutta la situazione all’ARAN, all’ANCI ed al Ministero dell’Interno responsabile, quest’ultimo, per le azioni di Zappalorto.
Nella situazione in cui versa il bilancio comunale, vogliamo garantire uno stipendio dignitoso alle maestre dei nidi ed ai vigili urbani che rischiano la vita per strada o preferiamo aumentare, a caso, la burocrazia comunale ed il numero di quadri e dirigenti? Il PD ha scelto già nel 2013. Noi scegliamo un’altra strada».

Gruppo di Lavoro BILANCIO & PARTECIPATE
Movimento 5 Stelle – Comune di Venezia

 

Views: 268 | Added by: Antonella | Rating: 0.0/0
Numero Commenti: 0
avatar
The Freedom Movement © 2013-2019
Free web hostinguCoz